C'era una volta
      Ascolta      
      Leggi      
      Scrivi      
      Aiuto      
   Contatti   
 
I due Galli  

 
Vivean due Galli in armonia, quand'ecco arriva una gallina. Addio pace! ciascun aguzza il becco. O Amor, Amor, per te fűr visti i fiumi d'Ilio d'umano sangue andar vermigli al sangue misto dei celesti Numi!

Fra i nostri Galli un pezzo dur˛ la guerra. Alto rumor ne suona nel paese e ne parla ogni persona. Accorron tutti quei che volentieri fan pompa agli spettacoli, e fu mercede al vincitor pi¨ d'una dalle lucide penne Elena bella.

Il vinto sparve e il duol che l'arrovella nascose e pianse i suoi perduti amori. Col diritto il rival de' vincitori gli toglie l'idol suo, che in pieno giorno superbo mena intorno, sfidando la gelosa ira e il coraggio del debellato amante, che intanto l'arme aguzza e l'ali al volo esercita, ed aspetta segretamente il dý della vendetta.

E non molto aspett˛. Lo stesso dý che altero il vincitor a far galloria cantava in cima al tetto la vittoria, un feroce avvoltoio che l'udý addosso a lui piomb˛, e addio gloria! con l'unghie lo finý.

La Fortuna fa spesso agl'insolenti di questi tiri e insegna a diffidar dei fortunati eventi.